Come ottenere un buon posizionamento SEO?

Come ottenere un buon posizionamento SEO?

Il posizionamento SEO è il risultato di una serie di accorgimenti e tecniche complesse. In questo articolo proveremo a illustrarle in maniera semplice e comprensibile.

Ma prima di rispondere alla domanda bisogna chiarire alcuni concetti base:

  • Cos'è la SEO? SEO è l'acronimo di Search Engine Optimization, in italiano ottimizzazione per i motori di ricerca, ovvero l'insieme di tecniche e miglioramenti che hanno come scopo quello di far comparire un sito web (o una pagina) nei risultati dei motori di ricerca. Queste ottimizzazioni riguardano i contenuti testuali, i contenuti multimediali, gli url del sito, la struttura del sito e l'accessibilità alle informazioni in esso contenute.
  • Keywords o parole chiave: sono i termini di ricerca per cui si vuole posizionare il sito e quindi quelle parole su cui concentrarsi per comparire in cima ai risultati. Solitamente si tratta di prodotti o servizi offerti dall'attività (abbinate talvolta alla città dove si offre tale servizio o prodotto, se l'attività è di tipo locale)

Per ottenere un buon posizionamento, oltre alle ottimizzazioni SEO tecniche, effettuate durante la fase di progettazione e programmazione, è necessario seguire periodicamente l'andamento del sito tramite le statistiche di traffico, pubblico e comportamento e pubblicare spesso contenuti originali aggiornati, interessanti e pertinenti, scritti in ottica SEO.

Ma come si scrive in ottica SEO?

Quando un utente ha bisogno di informazioni, di un servizio o di un prodotto, apre un motore di ricerca (come Google) e inizia a digitare la sua esigenza. Il primo passo è quindi capire come gli utenti ricercano i vostri servizi online: per farlo ci si può affidare agli strumenti per la ricerca e l'analisi delle parole chiave, che sono in grado di fornire informazioni preziose sul volume di ricerca (quante volte quella determinata parola viene cercata), la periodicità e la località ("scarponi da neve" sarà una ricerca molto più comune in inverno e in località montane). In questo modo si può stabilire quali saranno gli argomenti su cui concentrare la propria attenzione e su cui lavorare.

Non bisogna confondere la scrittura in ottica SEO con la keyword stuffing (letteralmente imbottitura di parole chiave). Non è sufficiente (ed è controproducente) riempire il testo di parole chiave inserite senza una logica per due motivi:

  • il testo risulta difficilmente leggibile e poco scorrevole, l'utente faticherebbe a trovare l'informazione ricercata;
  • i motori di ricerca se ne accorgono: negli anni i motori di ricerca hanno imparato a sfruttare l'intelligenza artificiale e a ragionare quasi come gli utenti, quindi tendono a prediligere contenuti scritti per le persone e non per i motori di ricerca stessi.

Altri accorgimenti che aiutano il posizionamento nella SERP (Search Engine Result Page, cioè la pagina dei risultati sui motori di ricerca) sono:

  • creare la sitemap e segnalarla alla Google Search Console
  • inserire sul sito contenuti originali e mai duplicati da altri siti (e nemmeno dal tuo stesso sito!)
  • inserire i meta tag e le meta keyword
  • utilizzare url brevi e che contengano le parole chiave di riferimento
  • collegare i social network al sito e condividere spesso sui social link che portano al sito (come? Leggi qui)
  • aprire e aggiornare una scheda Google My Business (cos'è? Ne abbiamo parlato in questo articolo)
  • fare in modo di inserire il link al tuo sito su altri siti pertinenti alla tua attività

Ma come mettere in pratica tutti questi accorgimenti? Rivolgendosi a dei professionisti del web, come la nostra agenzia di comunicazione, che progetta siti internet da oltre 15 anni e si aggiorna costantemente su tutte le principali novità in merito alla creazione di siti internet e alla SEO. Contattaci per una consulenza!

Data 28-12-2020